Dieta e alimentazione durante il trattamento del carcinoma del capo e del collo

Le seguenti informazioni sono rivolte ai pazienti affetti da carcinoma del capo e del collo e spiegano come modificare la dieta per gestire gli effetti collaterali durante la radioterapia, la chemioterapia o entrambe.

È importante seguire un’alimentazione adeguata prima, durante e dopo il trattamento oncologico. Un corretto apporto di nutrienti infatti aiuta a:

  • rimanere forti
  • mantenere un peso stabile
  • combattere le infezioni
  • avere meno effetti collaterali
  • accelerare la guarigione dopo un intervento chirurgico

Ti invitiamo a consultare questa risorsa almeno una volta prima di iniziare il trattamento. Puoi anche usarla come materiale di riferimento durante e dopo la cura. Utilizzando i link nella sezione “Esplora l’articolo” a destra, potrai trovare inoltre le informazioni più utili nei diversi momenti della terapia.

I nostri dietologi nutrizionisti sono a tua disposizione per aiutarti a pianificare la tua dieta durante e dopo il trattamento e ad assumere il giusto apporto di nutrienti. Per prendere un appuntamento con un dietologo nutrizionista, chiama il 212-639-7312 oppure rivolgiti a un membro del team di assistenza sanitaria.

Back to top

L’alimentazione durante il trattamento

Seguire una dieta equilibrata è importante per assumere un corretto apporto di nutrienti durante le cure; inoltre, aiuta ad avere un peso stabile e a mantenere forza e massa muscolare.

Il tuo dietologo nutrizionista compilerà la sezione seguente in base alle tue esigenze nutrizionali. Ricordati di tenerne conto nella pianificazione dei pasti.

  • Il tuo fabbisogno energetico è di _______________ calorie al giorno
  • Devi assumere _______________ grammi di proteine al giorno
  • Devi assumere _______________ ml di liquidi al giorno

Monitoraggio del peso

Durante la terapia è fondamentale tenere sotto controllo il peso. Pesati ogni 3-5 giorni circa, oppure secondo la frequenza suggerita dal tuo dietologo nutrizionista. L’ideale è pesarsi ogni giorno all’incirca alla stessa ora. Assicurati di indossare gli stessi vestiti e di utilizzare ogni volta la stessa bilancia.

Durante il trattamento è normale perdere peso. Il dietologo nutrizionista lavorerà al tuo fianco per aiutarti a non perderne troppo. Se stai dimagrendo eccessivamente o hai bisogno di aiuto con la dieta, prendi un appuntamento con un dietologo nutrizionista.

Back to top

Effetti collaterali durante il trattamento

A volte, gli effetti collaterali della radio e della chemioterapia possono rendere difficile mangiare e magari anche costringerti a modificare la tua alimentazione. Adattare la dieta aiuta ad assumere un giusto apporto di sostanze nutritive in modo da non perdere troppo peso e favorire il recupero.

Nella seguente tabella sono riportati alcuni effetti collaterali comuni insieme al periodo durante il quale in genere insorgono. Potresti manifestarne solo alcuni, tutti o nessuno. Se noti uno dei seguenti effetti collaterali, consulta la sezione “Suggerimenti per la gestione dei comuni effetti collaterali” per scoprire come modificare la tua dieta e mangiare più facilmente.

Settimana di radioterapia Effetti collaterali comuni
Settimane 1-3
  • Alterazioni o perdita del gusto
  • Afte orali
  • Affaticamento (sentirsi più stanchi o più deboli del solito)
  • Calo dell’appetito (non avere fame)
Settimane 4-6
  • Alterazioni o perdita del gusto
  • Afte orali e dolore alla deglutizione
  • Affaticamento
  • Calo dell’appetito
  • Espettorato denso o catarro
  • Secchezza delle fauci
  • Nausea (sensazione di rimettere)
2 settimane dopo la fine del trattamento
  • Vedi settimane 4-6
1 mese dopo la fine del trattamento
  • Alterazioni o perdita del gusto
  • Dolore alla deglutizione
  • Espettorato denso o catarro
  • Secchezza delle fauci

Suggerimenti per la gestione dei comuni effetti collaterali

Alterazioni o perdita del gusto

Se dovessi manifestare alterazioni o perdita del gusto:

  • Prova ad aggiungere marinature, erbe o spezie al cibo. Non farlo però in caso di afte orali o dolore alla deglutizione.
  • Se avverti un sapore metallico in bocca, utilizza posate di plastica ed evita di bere dalla lattina.
  • Durante la terapia è meglio limitare o evitare il consumo dei tuoi cibi preferiti, perché potrebbero non avere il sapore che ricordi. Ciò potrebbe farti associare questi alimenti a pensieri negativi in futuro.

Afte orali e dolore alla deglutizione

Se dovessi manifestare afte orali, dolore alla deglutizione o entrambi i disturbi:

  • Prova a consumare alimenti morbidi e leggeri. Per maggiori informazioni in merito, consulta la sezione “Cibi soffici e leggeri”.
  • Evita di cuocere a vapore alimenti e bevande caldi.
  • Non mangiare frutta acida (come arance, pompelmi, limoni o lime) né bere succhi di frutta acidi.
  • Evita i cibi piccanti.
  • Evita gli alimenti con una consistenza ruvida, come pane tostato o cracker.
  • Risciacqua la bocca ogni 4-6 ore o anche più spesso, se ti dà sollievo. Utilizza uno dei seguenti liquidi:
    • Un litro (4 tazze) di acqua con 1 cucchiaino di sale e 1 cucchiaino di bicarbonato
    • Un litro di acqua con 1 cucchiaino di sale
    • Un litro di acqua con 1 cucchiaino di bicarbonato
    • Acqua
    • Un collutorio senza alcol o zuccheri aggiunti

Effettua un risciacquo e fai dei gargarismi con il liquido per 15-30 secondi, quindi sputalo nel lavandino.

Se questi accorgimenti non alleviano il dolore alla bocca o alla deglutizione, parlane con il tuo fornitore di assistenza sanitaria. Potrà prescriverti un farmaco idoneo.

In alternativa, potrai chiedergli di essere indirizzato a uno specialista in disturbi della deglutizione, che saprà sicuramente consigliarti alimenti e bevande sicuri e facili da deglutire.

Per maggiori informazioni sul dolore alla deglutizione e sulla cura del cavo orale durante il trattamento, consulta le seguenti risorse:

Affaticamento

Se ti senti troppo stanco per fare un pasto completo, prova a mangiare cibi già pronti o veloci da preparare. Puoi anche provare i cibi monoporzione, come yogurt, fiocchi di latte, uova sode, insalata di tonno, vellutate in scatola o il pollo arrosto precotto.

Calo dell’appetito

Se non hai fame, prova ad adottare questi piccoli accorgimenti:

  • Prediligi pasti piccoli e frequenti ed evita quelli troppo abbondanti o pesanti. Ad esempio, fai 6 pasti più piccoli durante il giorno invece di 3 abbondanti.
  • Consuma cibi calorici e proteici. Per maggiori informazioni, consulta la sezione “Come aumentare l’apporto di calorie e proteine”.
  • Mangia in un ambiente piacevole, ad esempio davanti a una finestra o in un altro posto che ti piace.
  • Se ti può aiutare, mangia insieme ad amici o alla tua famiglia.
  • Per alcuni spunti su come aumentare l’apporto di sostanze nutritive, consulta la sezione “Frullati nutrienti per assumere più proteine e calorie”.
  • Se non riesci a mangiare a sufficienza, parlane con un membro del team di assistenza sanitaria.

Espettorato denso

Se hai catarro in gola:

  • Sorseggia liquidi chiari durante il giorno, come acqua, succhi di frutta non acidi, bevande sportive, brodo, Ensure® Clear o Boost® Breeze.
  • Bevi acqua calda o tè caldo con miele.
  • Se non hai afte orali, prova a fare dei gargarismi con acqua frizzante.

Secchezza delle fauci

Se hai la bocca secca:

  • Prediligi alimenti soffici e umidi, ad esempio anguria, yogurt o budini. Per altri spunti, consulta la sezione “Cibi soffici e leggeri”.
  • Consuma dei ghiaccioli.
  • Aggiungi sughi, salse, purea di mela o altri liquidi a ciò che mangi.
  • Mangia un cucchiaio di zuppa calda o altro liquido tra un boccone e l’altro.
  • Prova gli alimenti a base di gelatina, come le mousse o i prodotti Jell-O®. In genere sono più facili da ingoiare.
  • Fai in modo di avere sempre con te una bottiglia d’acqua. Puoi anche provare a utilizzare piccole bottiglie spray precedentemente riempite di acqua. Spruzzati un po’ di acqua in bocca durante il giorno per mantenerla umida.
  • Prova a consumare mentine senza zucchero, caramelle al limone o gomme da masticare senza zucchero per stimolare la produzione di saliva.
  • Sorseggia nettari di frutta come pera, pesca e albicocca, e bevi succo di papaya.
  • Parla con il tuo fornitore di assistenza sanitaria per valutare l’assunzione di un integratore da banco (non soggetto a prescrizione) sostitutivo della saliva.
  • Evita il consumo di bevande alcoliche o a base di caffeina.
  • Non utilizzare collutori che contengono alcol.
  • Evita di mangiare cibi asciutti e amidacei come pane tostato, cracker o cereali secchi.

Nausea

La maggior parte degli operatori sanitari prescrive farmaci appositi per trattare o prevenire la nausea. Se hai la nausea, ti invitiamo a seguire le indicazioni riportate di seguito per imparare a gestirla.

  • Evita i cibi piccanti.
  • Non consumare alimenti ad alto contenuto di grassi, specialmente cibi fritti, come ciambelle, patatine fritte, pizza e pasticcini.
  • Non sdraiarti subito dopo i pasti.
  • Se ti dà fastidio l’odore del cibo, prova a consumarlo freddo o a temperatura ambiente. Evita i cibi troppo caldi. Spesso emanano un odore intenso che potrebbe peggiorare la nausea.
  • Fai pasti piccoli e frequenti. Ad esempio, fai 6 pasti più piccoli durante il giorno invece di 3 abbondanti.
  • Mangia con calma e mastica bene per favorire la digestione.
  • Non bere grandi quantità di liquidi in una volta sola. In questo modo eviterai di riempirti troppo. La pienezza gastrica infatti può aggravare la nausea.
  • Prova a sorseggiare tè allo zenzero, ginger ale, birra analcolica allo zenzero o a succhiare caramelle contenenti zenzero. Lo zenzero infatti può avere un effetto benefico e alleviare la sensazione di nausea.
  • Prediligi alimenti amidacei e a basso contenuto di grassi, meno propensi a causare nausea. Ad esempio, prova a consumare riso, pane bianco tostato, cracker, cereali, fette biscottate o torte soffici senza burro (tipo Angel cake).
  • Prova a mangiare cibi salati, come pretzel o cracker salati.

Altri suggerimenti

  • Durante la cura è importante mantenere una corretta igiene orale. Lavati i denti regolarmente. Per altri consigli su come mantenere una corretta igiene orale consulta le indicazioni riportate nella risorsa Mouth Care During Your Cancer Treatment.
  • Se il tuo medico ti ha prescritto dei farmaci per il dolore, la nausea (sensazione di rimettere) o entrambi, verifica con lui qual è il momento migliore per assumerli. Alcuni medici consigliano di prenderli prima dei pasti.

Inserimento della sonda gastrica

Se gli effetti collaterali ti impediscono di assumere un adeguato apporto di nutrienti o ti mettono a rischio di soffocamento, potrebbe essere necessario impiantare una sonda gastrica. L’inserimento può avvenire durante o dopo il trattamento.

Se ti è stata impiantata una sonda gastrica, parla con il tuo dietologo nutrizionista o con il tuo gastroenterologo nutrizionista per essere sicuro di assumere abbastanza nutrienti e fluidi. Ti verrà fornita anche una dieta da seguire.

Back to top

Come aumentare l’apporto di calorie e proteine

Durante il trattamento oncologico è importante assumere un corretto apporto di calorie e proteine per mantenere stabile il peso. Non dimenticare che questi sono solo consigli generici. Ogni caso è a sé, motivo per cui dovrai trovare quelli che più si addicono a te.

  • Pollame, carne, uova, legumi, latticini, frutta secca e burri a base di frutta secca sono tutti ottime fonti di proteine. Dovresti preferire alimenti ad alto contenuto proteico in tutti i tuoi pasti e spuntini.
  • La frutta secca e i burri di frutta secca, l’avocado, l’olio di oliva o di canola e i latticini interi sono ottime fonti di calorie. Aggiungendo questi alimenti alla dieta potrai aumentare l’apporto energetico.
  • Se hai difficoltà a mantenere stabile il tuo peso, invece dell’acqua prediligi bevande ad alto contenuto calorico. Tra queste trovi ad esempio i succhi di frutta, i nettari di frutta e gli integratori alimentari liquidi, come Ensure®.
    • Se soffri di diabete, prima di assumerli parlane con il tuo medico curante o con il tuo dietologo nutrizionista. Potrebbero consigliarti di limitare o evitare le bevande zuccherate per tenere sotto controllo la glicemia.
  • Durante e dopo il trattamento è importante bere molto per mantenere un buon livello di idratazione. Per sapere quanti liquidi dovresti assumere ogni giorno, parlane con il tuo dietologo nutrizionista.

Di seguito è riportata una tabella degli alimenti ricchi di proteine, calorie o entrambe che puoi aggiungere alla tua dieta.

Alimento Porzione Calorie Proteine (grammi)
Latte intero 8 once 150 8
Burro di frutta secca (ad es. di arachidi o di mandorle) 2 cucchiaini 200 8
Gelato qualità “premium” (intero) ½ tazza 260 4
Yogurt greco naturale 2% di grassi 1 tazza 170 23
Fiocchi di latte 4% di grassi o interi 1 tazza 220 23
Olio (oliva, canola, cocco) 1 cucchiaino 100 0
Proteine del siero di latte in polvere Seguire le istruzioni riportate sulla confezione 100-170 (in base alla marca) 15-30
Avocado ½ tazza, tagliato a dadini 120 2
Cheddar dolce grattugiato ½ tazza 230 14
Panna intera 1 cucchiaino 50 0
Formaggio spalmabile 1 cucchiaino 50 1
Ricotta intera ¼ tazza 100 7
Legumi precotti (ad es. ceci) 1 tazza 295 16
Latte condensato senza zucchero 1 tazza 320 16
Insalata di pollo con maionese 1 tazza 420 26
Insalata di uova sode con maionese 1 tazza 570 23
Insalata di tonno con maionese 1 tazza 400 22
Miele (pastorizzato) 1 cucchiaino 65 0
Porridge d’avena (con latte intero) 1 tazza 250 12
Porridge di frumento (con latte intero) 1 tazza 240 12
Pasta 1 tazza 220 8
Porridge di mais (con latte) 1 tazza 235 11
Pasta al formaggio (“Mac’n’cheese”) 1 tazza 500 19
Latte intero in polvere 3 cucchiaini 120 6
Succo di mela 8 once 115 0
Succo d’uva 8 once 150 0
Nettare di pesca 8 once 135 0
Salsa Alfredo ½ tazza 550 10
Marmellata 1 cucchiaino 50-60 0
Barrette Cliff bar® 1 barretta 280-300 5

Frullati nutrienti fatti in casa

Preparare frullati o smoothie è un’ottima strategia per aumentare l’apporto giornaliero di calorie e proteine. Verso la fine della terapia, potresti bere solo frullati, a seconda di come ti senti.

Nella seguente tabella sono riportati diversi esempi di basi e alimenti da aggiungere per preparare degli ottimi frullati. Dovresti scegliere come base uno degli integratori alimentari liquidi elencati nella tabella e aggiungere, se necessario, altri ingredienti per aumentare le calorie. Se preferisci, puoi anche assumere gli integratori alimentari liquidi da soli.

Utilizza la tabella per tenere traccia di quanti frullati bevi al giorno. Il tuo dietologo nutrizionista ti indicherà quante porzioni assumere al giorno.

Basi

Nome del prodotto Quantitativo per porzione Calorie Proteine (grammi) Porzioni assunte
Ensure Plus® 8 once 350 13  
Boost Plus® 8 once 360 14  
Scandishake® con latte intero 8 once 600 12  
Muscle Milk® 10-17 once 170-340 18-34  
Boost® Very High Calorie  8 once 530 22  
Boost® High Protein 8 once 240 15  
Glucerna® 8 once 190 10  
Boost® Glucose Control 8 once 190 16  
Premier Protein® 11 once 160 30  
Ensure® High Protein 8 once 210 25  
Boost® Compact 4 once 240 10  
Boost Breeze® 8 once 250 9  
MightyShakes® 8 once e ½ 500 23  
Soylent 14 once 400 20  
Orgain® (liquido) 11 once 255 16  

Alimenti da aggiungere

Nome del prodotto Quantitativo per porzione Calorie Proteine (grammi) Porzioni assunte
Latte intero 8 once 150 8  
Latte di mandorla 8 once 60 1  
Panna intera 2 once 200 1  
Crema di cocco 2 cucchiaini 140 0  
Banana 1 media 100 1  
Gelato qualità “premium” ½ tazza 260 5  
Yogurt greco naturale 2% di grassi (tipo Fage®) 1 tazza 170 23  
Olio vegetale 1 oncia e ½ 350 0  
Benecalorie® 1 oncia e ½ 330 7  
Proteine del siero di latte in polvere (tipo CVS) 1 misurino 150 26  
Proteine vegetali in polvere (tipo Orgain® Organic Protein Powder) 4 once 240 10  
Burro di arachidi 2 cucchiaini 190 8  
Burro di arachidi in polvere (tipo PB2®) 2 cucchiaini 45 5  
Latte in polvere ½ tazza 75 4  
Frutti di bosco ¾ tazza 50 0  
Back to top

Cibi soffici e leggeri

Quelli che seguono sono tutti alimenti soffici e leggeri, ideali se hai dolore alla bocca o afte orali.

Gruppo di alimenti Alimenti raccomandati
Latte e derivati
  • Latte intero
  • Yogurt naturale o aromatizzato con pezzi di frutta
  • Zabaione pastorizzato
  • Formaggio morbido (ad es. fiocchi di latte o ricotta fine)
  • Formaggio dolce o lavorato sciolto in una salsa
Verdure
  • Succhi di verdura (ad es. di carota)
  • Tutte le verdure ben cotte e tagliate a dadini (carote, piselli, fagiolini, barbabietole, zucca violina, fagiolini gialli)
  • Spinaci tritati o in crema
Frutta
  • Succhi e nettari di frutta non acida (ad es. mela e pera)
  • Purea di mele ben liscia
  • Qualsiasi frutta sciroppata, in base alla tollerabilità
  • Qualsiasi frutta cotta senza la buccia
  • Banane mature
Farinacei
  • Cereali cotti, porridge di frumento, farina, porridge di riso, porridge d’avena, porridge di mais
  • Purea di patate bianche o dolci
  • Pasta ben cotta
  • Riso bianco o integrale
  • Cereali integrali morbidi (ad es. orzo e farro)
  • Lievitati soffici (ad es. panini morbidi, muffin, toast alla francese, pancake)
  • Cereali secchi inzuppati in una piccola quantità di latte
Grassi e oli
  • Burro o margarina
  • Panna acida
  • Grassi od oli da cucina
  • Salsa Gravy
  • Panna montata o intera
  • Dressing cremosi per insalate Evita quelli acidi.
  • Avocado
Carne e sostituti della carne
  • Carne, pesce e pollame teneri e ben cotti
  • Insalata di pollo, di tonno, di uova sode (senza sedano o cipolla)
  • Polpettone o polpette di carne
  • Polpettone o burger di salmone
  • Pasticci
  • Pesce al forno o alla griglia (ad es. filetto di sogliola, pesce specchio, platessa, salmone)
  • Uova strapazzate od omelette
  • Quiche al formaggio
  • Hummus
  • Legumi ben cotti
  • Tofu
Zuppe
  • Brodo, anche in dado o in polvere
  • Zuppe con crema o passato di verdure
  • Vellutate con panna
  • Zuppa di pollo con noodle o riso
Dolci e dessert
  • Creme o budini
  • Sorbetto, gelato, yogurt gelato, frappé
  • Jell-O®
  • Gelati alla frutta, ghiaccioli, frutta con uova montate, gelatine aromatizzate
  • Marmellate senza semi
  • Miele, sciroppo d’acero, zucchero o sostituti dello zucchero
  • Sciroppo di cioccolato
  • Dolci senza crosta, pasticcini e torte senza semi o frutta secca, biscotti morbidi
Bevande
  • Tutte le bevande (anche annacquate, eventualmente)
Varie
  • Erbe, sciroppi e salse
Back to top

Indicazioni nutrizionali dopo il trattamento

Gli effetti collaterali possono peggiorare o persistere per un po’ di tempo anche una volta terminata la terapia. Per questo è utile continuare a modificare la dieta in base alle esigenze personali, in modo da mangiare e bere più facilmente. È importante mangiare sano e mantenere un buon livello di idratazione per favorire la guarigione. Per un recupero ottimale, il corpo necessita di una maggiore quantità di calorie e proteine. Alcune persone dovranno consumare alimenti liquidi, morbidi o entrambi per assumere i nutrienti di cui hanno bisogno. Continua a bere frullati fatti in casa o ad assumere integratori alimentari liquidi per soddisfare al meglio le tue esigenze nutrizionali.

Inizia aggiungendo alla dieta cibi solidi ridotti in purea o dalla consistenza morbida 1 mese dopo la fine del trattamento. Puoi farlo anche prima se ti senti pronto e se il tuo medico è d’accordo. Puoi cominciare consumando ¼ di tazza di cibo solido morbido o in purea almeno 3 volte al giorno. Inoltre, per soddisfare le altre esigenze nutrizionali, è bene assumere anche degli integratori alimentari. Se necessario, parlane con il tuo dietologo nutrizionista.

Per maggiori informazioni su alimenti morbidi e in purea, consulta la risorsa Improving Your Vulvovaginal Health.

Puoi proseguire gli incontri con il tuo dietologo nutrizionista anche una volta terminata la terapia.

Back to top

Diario alimentare giornaliero

Cerca di tenere traccia di tutti gli alimenti e le bevande che consumi per essere sicuro di mangiare e bere a sufficienza durante la cura. Per farlo, all’inizio puoi utilizzare questo diario alimentare.

Se preferisci usare il cellulare, scaricati un’applicazione apposita (come MyFitnessPal) che ti aiuti a tenere sotto controllo la dieta.

Giorno della settimana Pasto/Spuntino 1 Pasto/Spuntino 2 Pasto/Spuntino 3 Pasto/Spuntino 4 Pasto/Spuntino 5

Domenica

 

 

 

 

 

Lunedì

 

 

 

 

 

Martedì

 

 

 

 

 

Mercoledì

 

 

 

 

 

Giovedì

 

 

 

 

 

Venerdì

 

 

 

 

 

Sabato

 

 

 

 

 
Back to top

Altre risorse

Le seguenti risorse possono fornirti supporto e altre informazioni durante e dopo il trattamento.

American Institute for Cancer Research
www.aicr.org
800-843-8114
Fornisce informazioni sulla dieta e sulla prevenzione dei tumori, nonché sulla ricerca contro il cancro e sulla formazione.

Memorial Sloan Kettering (MSK) Nutrition
www.mskcc.org/nutrition
Qui puoi trovare ricette, guide di alimentazione e informazioni aggiuntive sui servizi nutrizionali offerti presso il MSK.

Support for People with Oral and Head and Neck Cancer (SPOHNC)
www.spohnc.org
800-377-0928
SPOHNC è un’associazione di auto aiuto che offre sostegno ai malati di cancro del distretto testa-collo. Invia una newsletter mensile e offre supporto attraverso una rete di sopravvissuti. Nello stato di New York sono presenti svariati gruppi locali.

Per maggiori informazioni, guarda i seguenti video sull’alimentazione prima, durante e dopo il trattamento per il carcinoma del capo e del collo:

 
Back to top

Last Updated